fra Stefano M. Bordignon – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2022

170

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Mercoledì 1 Giugno 2022 – VII Settimana di Pasqua

Bellissima questa preghiera che Gesù rivolge al Padre, una preghiera a nostro favore, una preghiera che Gesù dedica a noi che siamo nel mondo, e che siamo sempre messi alla prova da tutto l’odio di cui il mondo è impregnato. Gesù ci affida alla protezione del Padre, e chiede per noi la gioia, e dice: perché abbiano in sé stessi la pienezza della gioia.

Il mondo cerca sempre di derubarci della gioia, perché quando siamo tristi siamo più fragili, siamo più increduli, siamo più vulnerabili agli attacchi del Maligno. Il Maligno a volte non lo si sconfigge facendo il muso duro, ma accogliendo la pace di Gesù Cristo, la lotta contro il Maligno non la si vince con la rabbia, ma con la serenità.

E l’ultima cosa che Gesù chiede al Padre per noi è la verità: Consacrali nella verità. Che non è semplicemente il fatto che non diciamo bugie, ma la parola di Gesù è verità, noi siamo consacrati nella parola di Gesù, perché la sua parola modella la nostra vita. Questo oggi Gesù vuole per noi: la pienezza della sua gioia, che siamo custoditi dal Maligno, e che siamo consacrati nella verità.

Fonte: il canale YOUTUBE di fra Stefano


Articolo precedenteMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 1 Giugno 2022
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo di domenica 5 Giugno 2022