fra Mario e fra Marin Berišić – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2019

531

Gesù trascorre una notte intera nella preghiera, prima che scelse quella compagnia che dovrà attraversare con lui ciò che nemmeno si aspettano. Come allora scelse dodici dopo questa preghiera, e non soltanto loro ma anche il resto dei discepoli, così sceglie ciascuno di noi oggi. Se andiamo ad elencare tutti i nomi, anzi tutti i caratteri e le storie di quelle persone che Gesù ha scelto, probabilmente rimarremo con la bocca aperta.

Gesù conosceva le loro storie, conosceva chi sono e anche i desideri che avevano, comunque sceglie le persone forse meno affidabili.Tutta la bibbia ci parla di questo strano paradosso di scelte che Dio fa. Forse ci sembra strano anche il fatto che Dio abbia scelto noi, anzi forse ci stupisce il fatto che alla fine, siamo tutti scelti, sia buoni che cattivi! Dio non può non sceglierci, e quella notte trascorsa in preghiera non gli serviva per fare discernimento sulla scelta che fa, ma era piuttosto una preghiera fatta per noi. Noi abbiamo bisogno di accogliere il fatto che Dio ci ha scelti anche se siamo molto deboli, fragili, impotenti, incoerenti, non autentici e molto altro.

Pregava per noi che ci siamo lasciati prendere da questa scelta di Dio e ci siamo incamminati nella quotidianità della nostra vita insieme con Lui. La preghiera che Gesù rivolgeva quella notte al Padre era anche per la nostra protezione, così che nulla ci può allontanare dal suo amore. Vale la pena dunque ricominciare e riprendere la via di fede ogni giorno, perché l’amore con cui siamo amati ci restituisce la dignità di figli di Dio ogni giorno, ogni attimo.

Accettiamo il fatto che Dio ci ha scelto, non mettiamo dei muri di inadeguatezza, ma affidiamoci al suo amore. Unica cosa che ci possa allontanare da Dio è non accogliere questa sua scelta.

Fra Mario Berišić

VERSIONE CROATA

Isus provodi cijelu noć u molitvi prije nego što je izabrao apostole, koji će morati proći s njim ono što ni oni sami ne očekuju. Kako je nakon ove molitve izabrao dvanaestoricu, ne samo njih nego i ostale učenike, tako je danas odabrao svakog od nas. Ako pogledamo popis svih imena, doista svih likova i priča onih ljudi koje je Isus odabrao, vjerojatno ćemo ostati bez riječi. Isus je znao njihove priče, znao je tko su oni i želje koje imaju, ali ih odabire baš takve kakvi su. Čitava Biblija govori nam o ovom čudnom paradoksu izbora koje Bog čini. Možda se i nama čini čudnim da nas je Bog izabrao, doista nas može zadiviti i to da smo na kraju svi izabrani i dobri i zli! Bog nas ne može ne izabrati i ta noć provedena u molitvi nije mu služila da razluči o izboru koji čini, već je to bila molitva za nas. Mi moramo prihvatiti činjenicu da nas je Bog odabrao iako smo vrlo slabi, krhki, nemoćni, ne autentični i puno više. Molio je za nas da se prepustimo ovom Božjem izboru i da bismo krenuli svakodnevnicu svoga života zajedno s Njim. Molitva koju je Isus te noći uputio Ocu bila je i za našu zaštitu, tako da nas ništa ne može rastaviti od njegove ljubavi. Stoga je vrijedno svakog dana započeti iznova i nastaviti put vjere, jer ljubav kojom smo ljubljeni vraća nam dostojanstvo djece Božje svaki dan, svakog trenutka. Prihvatamo činjenicu da nas je Bog odabrao, ne postavljamo zidove nedostojnosti, već se pouzdajmo u njegovu ljubav. Jedino što nas može rastaviti od Boga je ne prihvatiti taj Božji izbor.

Fra Mario Berišić

Commento a cura di fra Mario e fra Marin Berišić OFMCap

Passò tutta la notte pregando e scelse dodici ai quali diede anche il nome di apostoli.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 6, 12-19


In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.
Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.

Parola del Signore