Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 8 Ottobre 2020

101

Invadenza “.

Spesso questo termine viene utilizzato con un‘accezione negativa.

Chi è “ invadente “, infatti, “ opprime “, “ invade “, attenendosi all’etimologia stessa della parola.

Nella vita spirituale, nella relazione con lui, invece, Cristo vuole che noi siamo “ invadenti “, cioè insistenti.

Il nostro problema è che non siamo costanti, continui, nella richiesta a Dio.

Se abbiamo un problema che riguarda la nostra sfera umana smuoviamo le montagne, chiamiamo persone che magari non sentiamo da anni per chiedere “ un piacere “, ed insistiamo fino a quando non otteniamo cio’ che vogliamo.

Orbene, perché non facciamo la stessa cosa con Dio?

Forse perché, in fondo in fondo, non crediamo che potrà veramente aiutarci o, forse, ancor di più, perché non abbiamo lo sguardo necessario per accorgerci della risposta che Dio ci dà, che, spesso, non è quella che noi vorremmo avere.

Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto perché chiunque chiede riceve, chiunque cerca trova e a chi bussa sarà aperto “.

Per vedere la realizzazione di cio’ è necessario avere fiducia in Cristo e avere con lui una relazione filiale.

Solo chi sa, per fede, di essere figlio, non si scoraggia di fronte alle difficoltà e non demorde se, dinanzi alle sue richieste, non riceve le risposte che avrebbe voluto perché è consapevole del fatto che Dio, da buon padre, sa di cosa ha veramente bisogno e non gli negherà mai lo “ Spirito Santo “, cioè il suo amore e la sua forza per affrontare tutte le situazioni che gli si presentano dinanzi.

Chi crede in Dio non gli chiede, pertanto, la soluzione del problema e, per lo più, nel modo che lui vorrebbe, bensi’ lo “ Spirito Santo “, cioè sia sostegno per affrontare tutte le prove sia uno sguardo nuovo per capire, in tutti gli eventi, cosa il Padre sta dicendo alla sua vita.

Chiediamo quindi a Cristo, con insistenza, di darci lo “ Spirito Santo “.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello