Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 8 Luglio 2020

173

L’odierna pagina evangelica ci indica il modo con cui Gesu’ agisce con ciascuno di noi.

CHIAMATI A SE

Concetto fondamentale per la nostra fede: Cristo ci precede!!!

Non siamo noi ad andare da lui ma è lui che ci “ chiama a se “.

A noi il compito di “ affinare l’udito “ e riuscire a cogliere, nella Parola, negli eventi della nostra vita, qual è la “ chiamata particolare “ di Gesu’ per noi, l’unica che può dare veramente compimento alla nostra esistenza.

Se la comprendiamo e, dopo, fidandoci di lui e non di noi stessi, la accettiamo e ci impegniamo per realizzarla, ci sarà……il secondo step.

DIEDE LORO POTERE SUGLI SPIRITI IMPURI PER SCACCIARLI E GUARIRE OGNI MALATTIA E OGNI INFERMITA’

Cristo, se accettiamo il suo progetto su di noi, ci da “ potere “, non quello farlocco ed illusorio dei “ potenti del mondo “, ma quello di “ scacciare gli spiriti impuri “ e di “ guarire “ le malattie e le infermità di coloro i quali incontreremo sulla nostra via.

INVIO’

La pagina di ieri ci invitava ad essere “ operai “ a servizio del Regno.

Quella odierna ci dice che se accettiamo questo compito avremo “ potere “ di guarire, con la nostra testimonianza di vita incentrata sul Vangelo, gli altri, che seguono, invece, modelli imposti dal mondo.

Essere inviati a portare Cristo ai fratelli significa proprio questo: donar loro uno nuovo sguardo sulle loro esistenze, far loro comprendere su chi fondare la loro vita e dar loro la certezza che, qualsiasi cosa accada, Cristo non li abbandona.

Questa è la vera guarigione dalle malattie: sapere che Dio ci è sempre vicino.

Cosi’ spariscono le paure, anche quelle più recondite, e ci si accorge che “ il Regno dei cieli è vicino “, anzi, è già qui.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.