Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 7 Gennaio 2021

91

Il Vangelo di oggi ci descrive “ la giornata tipo “ di Gesu’ “.

Il Maestro “ percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il Vangelo del Regno e guarendo da ogni sorta di malattie e di infermità “.

Soffermiamoci sulle azioni di Cristo e vediamo quali indicazioni danno alla nostra vita.

PERCORREVA tutta la Galilea.

Gesu’ camminava, non stava mai fermo, portava a tutti il suo messaggio.

Anche noi siamo pertanto chiamati a non essere sedentari, a non essere, come dice papa Francesco, “ cristiani da salotto “, ma ad alzarci, a muoverci, a sporcarci le mani per rendere concreta la Carità che il Vangelo ci insegna.

Alziamoci dunque e camminiamo: che possa essere il primo impegno per questo nuovo anno.

INSEGNANDO nelle loro sinagoghe.

Gesu’ insegnava.

Per noi significa: diventiamo suoi “ scolari “.

Iscriviamoci alla scuola di Cristo.

Libro di testo è il “ Vangelo “.

Leggiamolo, interiorizziamolo, facciamolo nostro e viviamolo.

Questo significa essere “ studenti “ alla scuola di Cristo.

ANNUNCIANDO il Vangelo.

Annunciava la buona notizia.

Qual era?

Sono luce, sono venuto a salvarti dalle tenebre, dalla morte ( “ Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce, per quelli che abitavano in regione e ombra di morte una luce è sorta “ ).

E’ questo che dobbiamo anche noi annunciare a tutti.

Cristo è il nostro Salvatore: mettiti alla sua sequela e sarai salvo anche tu.

Dobbiamo essere convincenti, credibili: è questo il nostro compito.

GUARENDO da ogni sorta di malattie ed infermità.

Cristo ci ha guariti, ci ha dato lo strumento ( “ il Vangelo “ ) per abbandonare il peccato, che ci ferisce, ci abbrutisce.

Il Vangelo, la sua Parola, è il più forte mezzo di conversione che possa esistere.

Se ci credi, se ti rendi conto che ti parla, inizierai a viverlo e, cosi’ facendo, a mano a mano, ti convertirai e sarai guarito, sanato; il peccato non avrà più fascino su di te perchè comprenderai che la LUCE è più forte delle tenebre e che vale la pena vivere in essa e non nell’oscurità.

Cristo guarisce.

Che gioia, che libertà.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 7 Gennaio 2021 – Mt 4, 12-17.23-25
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 7 Gennaio 2021