Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 6 Maggio 2022

54

- Pubblicità -

“ Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me ed io in lui “.

Un versetto meraviglioso.

Abbiamo la possibilità di rimanere in Lui, di essere una cosa sola con Lui.

Quando?

TUTTI I GIORNI

Cosa?

Si, tutti i giorni.

- Pubblicità -

E’ incredibile che ce lo dimentichiamo o siamo cosi’ indifferenti a tale meraviglia.

Ogni giorno, in una qualsiasi celebrazione liturgica, c’è la possibilità di nutrirsi di Cristo tramite l’Eucarestia.

Lo Spirito Santo ci dona Cristo, consentendo a quel pane e vino di diventare Corpo e Sangue di Gesu’; accostandoci all’Eucarestia Gesu’ ci dona il suo Spirito d’amore.

Noi ci nutriamo di Lui ma anch’egli ci assimila, si nutre di noi, del nostro essere.

In questo meraviglioso incontro reciproco c’è l’eternità.

Abbiamo la possibilità di sperimentarlo ogni giorno.

Non sprechiamo questa occasione di godere, in anticipo, della vita Eterna.

Ritagliamoci un tempo per andare a Messa e per accostarci al sacramento dell’Eucarestia.

E’ la cosa piu’ “ bella “ e piu’ “ utile “ che possiamo fare nella nostra giornata.

Buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedenteMessaggio di Papa Francesco per la 59ª Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 6 Maggio 2022