Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 4 Maggio 2022

51

- Pubblicità -

“ Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete “.

Il primo versetto del Vangelo odierno ci ribadisce il concetto principale del testo di ieri.

“ Io sono il pane della vita “, solo io ti do’ pienezza.

Oggi comprendiamo meglio cosa significhi questo “ senso di pienezza “.

Essere pieni di Cristo ci impedisce di “ perderci “, di “ smarrirci “, di “ essere cacciati fuori “ dalla Vita Eterna.

Correre dietro solo al “ pane materiale “ porta a perdere di vista la meta finale a cui siamo chiamati: la Vita Eterna.

Chi si nutre di Cristo, invece, per espressa volontà del Padre, non si perde ma risuscita sin da ora per poi risuscitare, per sempre, nella Gloria, per la vita eterna.

- Pubblicità -

L’invito è pertanto quello di aver ben presente la meta della nostra vita e nell’essere certi che la raggiungeremo se ci nutriremo di Cristo, se vivremo in comunione con Lui e, consequenzialmente, con i nostri fratelli, che nient’altro sono che presenza tangibile e reale di Gesu’ tra di noi.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedenteVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 4 Maggio 2022
Articolo successivodon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 4 Maggio 2022