Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 30 Dicembre 2020

43

Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di Sapienza, la Grazia di Dio era su di lui “.

Sapienza e Grazia sono i due elementi necessari per “ crescere e fortificasi “ nella fede.

Questo è il messaggio che colgo dalla pagina odierna.

SAPIENZA

Si rinviene spesso questo termine nei testi sacri.

Se volessimo darne una definizione più sintetica possibile potremmo dire che è sapiente non chi sa molte cose ma colui il quale ha la capacità di guardare con gli occhi di Dio.

GRAZIA

Puo’ essere definita come la forza che consente dapprima di scoprire qual è la volontà di Dio sulla propria vita e, poi, di metterla in pratica, resistendo a tutte le altre “ voci “ che spingono altrove.

Sapienza e Grazia sono quindi doni preziosi che vengono fatti dal Signore e che vanno “  allenati “ con gli “ attrezzi “ della preghiera, dell’adorazione, della partecipazione ai sacramenti, in particolar modo a quello dell’eucarestia.

Questo “ allenamento “ permette di non restare “ bambini nella fede “ ma di crescere e fortificarsi,  acquisendo una fede adulta, fatta non di devozionalisimi, di riti, ma di fiducia piena, in ogni circostanza, anche in quelle negative, in Dio.

Facciamo oggi una verifica sul nostro “ esercizio “ di Sapienza e Grazia.

Le alleniamo a sufficienza?

La nostra vita sarà il parametro per poter rispondere esattamente alla domanda.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello