Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 30 Aprile 2021

141

Non sia turbato il vostro cuore “.

Quante volte abbiamo letto questa frase.

Spontaneamente, credo, venga a tutti di domandarsi, soprattutto in questi tempi difficili: “ ma come si fa?

E’ impossibile.

Non preoccupiamoci se abbiamo questa reazione dinanzi a queste parole di Gesu’ ma…..fidiamoci.

Come è possibile questo? “ disse Maria quando l’Angelo le annuncio’ che avrebbe partorito un figlio.

La risposta dell’angelo fu: “ Nulla è impossibile a Dio “.

La fede è rispondere, come la Vergine, “ Eccomi “ dinanzi a questa rassicurazione, la fede è credere più nella parola di Cristo che nelle nostre paure, la fede è credere che Cristo ci stia preparando un posto per andare in un luogo per raggiungere il quale “ conosciamo la via “.

Ma noi siamo come Tommaso e, razionalmente, diciamo: “ Non sappiamo dove vai, come possiamo conoscere la via? “, che, tradotto, significa: “ Te ne vai, ci lasci soli nelle tempeste della vita, non sappiamo dove sei e dovremmo affidarci a te? “.

SI

Perchè se sei cristiano, se sei credente, sai che lui è la Via, la Verità e la Vita.

Recentemente ho ascoltato una interessante omelia di un bravo sacerdote, Don Aniello Di Luca, che diceva, nel commentare la celebre frase “ Io sono la via, la verità e la via “, che Gesu’ si esprimeva in aramaico, che era una lingua semplice.

Utilizzava, pertanto, il verbo “ essere “, nella frase indicata, come sinonimo di verbi più consoni a spiegare cosa significhi essere Via, Verità e Vita.

Diceva quindi che “ sono la Via “ significa INDICO LA VIA.

E’ verissimo.

Lui, Parola incarnata, ci indica il percorso necessario per giungere a vedere il volto di Dio: la croce, l’accettazione della nostra quotidianità, da farsi con gioia e nella consapevolezza che quanto accade è per il nostro bene e non è superiore alle nostre forze.

Diceva poi che “ sono la Verità “ significa DICO LA VERITA’.

Anche questo è giusto.

Dice la verità perché perché la sua Parola è “ vera “, “ forte “, “ decisa “, “ netta “, “ chiara “, “ non ambigua “.

Se fai tua questa Parola, la interiorizzi, la fai diventare concretezza nel tuo modo di agire ti accorgi che stai vivendo in “ verità “, senza nascondimenti: sei un uomo che dice la “ verità “ perché ti nutri della “ Verità “.

Diceva infine che “ sono la Vita “ significa DONO LA VITA.

E’ questo che ha fatto Gesu’: “ ha donato la vita per te “ e ti indica la VIA per dire la VERITA’: dona anche tu la vita per gli altri.

Certamente, sarai felice e “ prenoterai “ uno dei posti che Cristo ha preparato per noi.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedenteCommento al Vengelo del 30 Aprile 2021 – Monaci Benedettini Silvestrini
Articolo successivoCommento al Vangelo per bambini di domenica 2 Maggio 2021 – don Roberto Fiscer