Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 26 Dicembre 2020

95

“ Guardatevi dagli uomini “.

E’ il primo monito che ci fa Gesu’.

Qualcosa di ancora più forte è magistralmente espresso nel libro del profeta Geremia, ove si rinviene il seguente passo: “ Maledetto l’uomo che confida nell’uomo, che pone nella carne il suo sostegno e dal Signore si allontana il suo cuore “ ( Geremia 17,5 )

L’uomo, il mondo, prova ad ingannarti, ad usarti, per poi tradirti, scaricarti quando non servi più ai suoi fini.

Non cosi’ se confidi in Dio.

La sua Parola è infatti veritiera, mai ambigua, tortuosa.

Il suo ascolto profondo forma la persona la quale, se si nutre costantemente di essa, “ non si deve preoccupare di come o cosa dirà “ quando sarà accusata dagli uomini, perché, in quel momento, sarà lo Spirito a parlare a sua difesa.

E’ duro, difficile, ma, con grande fede in Cristo, si può vivere nel pieno rispetto dei suoi insegnamenti.

Si diverrà odiati, emarginati, derisi, esclusi ma….” chi avrà perseverato fino alla fine sarà              salvato “.

La costanza consente di raggiungere l’impossibile “ o, meglio, cio’ che sembra impossibile.

Perseverare è quello che ci viene chiesto; resistere nella battaglia dell’annuncio del Vangelo, certi, per fede, che, cosi’ facendo, ci salveremo.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello