Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 25 Novembre 2021

25

“ Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti, mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di cio’ che dovrà accadere sulla terra…quando cominceranno ad accadere queste cose, risollevatevi ed alzate il capo, perché la vostra liberazione è vicina “.

Sembra assurdo quello che dice Cristo.

Gli uomini “ moriranno per la paura “ e voi…” risollevatevi ed alzate il capo perché la vostra liberazione è vicina “.

E’ antitetico.

Se avrò paura, se starò per essere travolto dallo sconvolgimento degli elementi della natura, come potro’ credere che “ la liberazione è vicina “?

E’ vicina la morte, la distruzione, non la liberazione.

Ma che dici, Gesu’?

Ti dico, dico proprio a te, che se sei mio discepolo, che devi “ gioire “ quando gli altri uomini si disperano, perché io sono “ l’antitesi del mondo “.

Se hai seguito me, se mi sei stato fedele, se cio’ ti ha fatto passare attraverso tribolazioni, angosce, derisioni, adesso cambia tutto.

Quelli che ti deridevano avranno paura e tu “ alzerai il capo “, vincerai perché “ tutto cio’ che è stato scrittoSI E’ COMPIUTO: Cristo ha vinto, Cristo è piu’ forte della morte.

Questo è il messaggio di oggi: non avere paura di testimoniare Cristo ma fallo con fierezza, “ alza il capo “, perché Lui è con te.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 25 Novembre 2021
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 25 Novembre 2021