Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 22 Luglio 2021

53

Nella giornata in cui la Chiesa celebra la festa di Santa Maria Maddalena viene, ovviamente, proposto il brano in cui quest’ultima è…la protagonista.

Il testo racconta il cammino che compie e che la conduce a riconoscere Gesu’, a vedere Cristo.

Questo cammino è ricompreso tra due tempi del verbo “ vedere “.

Maria si reco’ al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e VIDE che la pietra era stata tolta dal sepolcro “.

HO VISTO il Signore “.

Maria, all’inizio del brano, brancola ancora nel buio; l’unica cosa che riesce a vedere è che la pietra è stata tolta.

E’ solo la prima tappa di un cammino, che è quello suo ma che è anche il nostro.

Spesso brancoliamo nel buio, siamo pieni di dubbi sulla fede, sulla reale presenza di Dio nelle nostre vite, sulla sua Misericordia.

E’ il tempo del buio, il tempo in cui il demonio riesce ancora a prevalere su di noi infondendoci quelle paure che non ci fanno pienamente aderire a Cristo, che ci inibiscono di seguirlo ed amarlo sempre e comunque.

Il buio ci fa stare, come Maria, “ all’esterno “, non ci fa inserire nel flusso della vita.

Ci porta a restare ai margini e cio’, che all’inizio sembra una sicurezza, è frustrante.

Donna perché piangi?

Antonio, Maria, Luigi, Cristina, perché piangete?

Non lo sappiamo ancora bene spiegare.

Quando però a quella domanda si aggiunge il “ chi cerchi “? ecco che il cammino di disvelamento del volto di Cristo fa un passo avanti.

Ci si rende conto che piangiamo perché ci manca Cristo, perchè abbiamo perso la relazione con il nostro Salvatore, la abbiamo trascurata, non la abbiamo coltivata.

Ma poi…accade.

Sentiamo chiamare il nostro nome: “ Antonio “, “ Maria “, “ Luigi “, “ Cristina “.

Non è una chiamata generica, è la chiamata personale che Cristo fa proprio a me, a te.

La puoi sentire partecipando ad un incontro, leggendo una pagina della Sacra Scrittura, ricevendo la carezza di un amico.

La’ i dubbi terminano, le paure cessano.

Riconosci Cristo, il “ Rabbuni’ “, il Maestro, e non puoi fare nient’altro che correre ed annunciare a tutti: “ Ho visto il Signore, è presente nella mia vita, venite anche voi, non perdetevi questa meraviglia “.

Auguro a me e a tutti di percorrere lo stesso cammino di Maria Maddalena.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedenteVideo Vangelo di domenica 25 Luglio 2021 per bambini e ragazzi – don Mauro Manzoni
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 22 Luglio 2021