Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 22 Giugno 2021

77

Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro “.

E’ una frase che dovremmo leggere e meditare spesso.

Siamo infatti tutti bravi a lamentarci dei comportamenti altrui, a dire che “ gli altri “ ci hanno fatto del male, che degli “ altri “ non ci si puo’ fidare, che gli “ altri “ sono cattivi.

E tu?

Applichi sempre, nella tua vita, questo insegnamento del Maestro?

Dinanzi ad un torto o “ presunto tale “, che fai?

Porgi l’altra guancia “, continui cioè a fare all’altro quello che vorresti che lui facesse a te o fai come lui?

E’ complesso, è cosi’ diverso dalle logiche umane.

Questo significa “ entrare per la porta stretta “.

Pochi riescono.

Sono coloro i quali desiderano ardentemente vivere come Cristo ha insegnato, perché consapevoli che solo in tal modo possono generare vita e rompere la spirale della morte.

Se dinanzi ad un torto rispondo con un altro torto faccio una cosa ovvia, scontata, facile.

Passo “ per la via larga “ che conduce alla perdizione perché non blocca la circolazione dell’odio, del peccato.

Se, invece, rispondo “ porgendo l’altra guancia “, faccio una cosa spiazzante, inusuale, difficile.

Passo per la “ porta stretta “ che conduce alla pacificazione, a bloccare il peccato e a far esplodere la vita.

Pochi “ sono quelli che entrano per la porta stretta.

Sforziamoci a rientrare nella schiera dei pochi perché solo cosi’ avremo “ vera vita “.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedentedon Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 22 Giugno 2021
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 22 Giugno 2021