Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 19 Maggio 2022

87

- Pubblicità -

Nel testo di oggi, che è il continuo di quello di ieri, Gesu’ ribadisce un insegnamento importantissimo: “Rimanete nel mio amore “.

Il rimanere consente di vivere una relazione, di definire la propria vita, la propria storia.
Chi non rimane sarà sempre spaesato, resterà un essere confuso, incerto, indefinibile.
Avviene cosi’ sia nella vita spirituale che in quella di ogni giorno.
Oggi va di moda il “ provare tante esperienze “.

Va bene anche provare ma, ad un certo punto, bisogna scegliere ove restare.
Se non si fa cosi’ nulla ha senso, si va alla ricerca continua di “ un qualcosa che non c’è “.
Scegliere ove rimanere è quindi fondamentale.
Io, dove voglio stare, dove voglio rimanere?
Un cristiano, a questa domanda, dovrebbe naturalmente rispondere: “ Voglio rimanere nell’amore di Cristo “.
Diversamente, dove andare?

Ce lo dice chiaramente l’apostolo Pietro che, alla domanda di Gesu’ ( Gv, 6, 67 ): “ Volete andarvene anche voi? “ risponde ( Gv, 6, 68 ) : “Signore, da chi andremo, tu solo hai parole di vita eterna “.
Tu solo.
E allora decidiamo di “ rimanere nell’amore di Dio “.

Come si fa?
Osservando i suoi comandamenti.
Non è un ordine dato a dei sottoposti, a degli schiavi.
E’ un invito ad ascoltare le Parole di un Padre che ci vuole bene e che sa che, seguendole, conformandoci
ad esse, la nostra gioia sarà piena.

GIOIOSA giornata a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

- Pubblicità -

Foto: mia.

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022