Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 16 Settembre 2021

112

Tu non mi hai dato, tu non hai unto; lei mi ha bagnato i piedi con le lacrime, mi ha baciato i piedi e me li ha cosparsi di profumo “.

NON MI HAI

MI HAI

Che strano.

E’ “ manchevole “, nei confronti di Gesu’, chi pensa di essere giusto.

Dona “ a Cristo chi viene bollata come “ peccatrice “.

Che vuol dire?

Semplice

Che chi si “ crede “ bravo, perfetto, è solo “ innamorato della sua immagine “, è pronto a giudicare, a mettere etichette sugli altri, non è aperto al perdono.

E’ per questo che Gesu’ dice: “ colui al quale si perdona poco, ama poco “.

Chi, invece, è consapevole dei propri errori e, senza indossare maschere, si pente, e, piangendo, si “ mette dietro a Gesu’ “ compiendo atti di amore, di cura, di attenzione, che nient’altro testimoniano che il suo desiderio di essere riabbracciato dall’amore del Padre, è perdonato perché “ ha amato molto “.

E il perdono di Cristo che salva, che consente di “ andare in pace “, che permette di tornare a vivere.

Il tutto mentre i “ presunti giusti “ si interrogano su “ chi è costui che perdona anche i peccati “.

Non lo potranno mai capire, non potranno mai avvicinarsi a Cristo perché pensano, in cuor loro, di non avere peccati e, quindi, di non aver necessità di essere perdonati.

Poveri loro e…poveri noi se assomigliamo a quei farisei.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedenteLuis Cruz – Commento al Vangelo del 16 Settembre 2021
Articolo successivoFabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 16 Settembre 2021