Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 12 Marzo 2022

103

- Pubblicità -

“ Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano “.

Dinanzi a questo insegnamento del Maestro credo che tutti, a primo acchito, ci scoraggiamo perché pensiamo di non potercela fare.

E’ troppo Gesu’, non puoi chiederci questo.

E’ vero, è duro, è complesso, è antitetico alla logica del mondo.

Rappresenta, però, la “ differenza cristiana “.

“ Se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno coi’ anche i pubblicani? E se date il saluto solo ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno cosi’ anche i pagani? “

Gesu’ ci sta dicendo: se sei cristiano devi fare come Cristo e non come i pagani ed i pubblicani.

- Pubblicità -

Devi…amare di piu’.

Se ben ci pensiamo, infatti, quell’” amare i vostri nemici “ è logico corollario del comandamento principale: “ Amerai il tuo prossimo “.

La parola “ prossimo “ significa vicino, simile a te, uomo come te, con le tue stesse fragilità.

Il tuo simile va quindi amato in quanto “ uomo amato da Dio “.

Questo è il cristianesimo.

E’ controcorrente, lo so, lo sappiamo.

Se cosi’ non fosse, perché Cristo ci attrarrebbe cosi’ tanto?

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello

Foto: mia.

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2022