Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 12 Marzo 2021

4

Non sei lontano dal Regno di Dio “.

Lo scriba della parabola….” riabilita la categoria “!!!

Spesso, infatti, nel Vangelo, si incontrano questi “ dotti ebrei “ che interrogano Gesu’ solo per  “ metterlo alla prova “ e per cercare di farlo cadere in contraddizione.

Non sono minimamente aperti alla novità di Cristo e del Vangelo.

Sono chiusi nel loro ritualismo e vedono di cattivo occhio chi vuole scardinare la “ falsa immagine di Dio “ che si sono costruiti e che predicano.

Il Signore, secondo i loro insegnamenti, è un “ potente “ che va “ ingraziato “, in una logica di “ do ut des “, con “ olocausti e sacrifici “.

Il concetto alla base della loro religiosità è, in estrema sintesi: io ti offro sacrifici e tu mi dai cio’ che ti chiedo.

Lo scriba del Vangelo di oggi, invece, comprende perfettamente il messaggio di Cristo.

Quando afferma che “ amare Dio e il prossimo vale più di tutti gli olocausti e sacrificisi  converte dalla logica dello scambio alla logica dell’amore.

Per questo Gesu’ gli dice che non è lontano dal Regno di Dio.

Da dove nasce la “ logica dell’amore “?

Dall’ASCOLTO.

Vediamo che, nella parabola, Gesu’, nel rispondere alla domanda su quale fosse il primo dei comandamenti, non inizia dicendo: “ Ama Dio e il prossimo “ ma: “ Il primo è: Ascolta Israele “.

Cio’ significa, e questo è l’insegnamento per tutti noi, che non può esistere Amore se esso non è preceduto dall’Ascolto.

Se non dedico uno spazio, un tempo quotidiano all’ascolto della Parola, alla sua meditazione, non potrò mai amare né Dio né i fratelli in quanto non avrò fatto mio il “ come “ di Cristo.

Solo vivendo il “ come “ del Maestro, solo uniformando, per scelta libera, liberante e consapevole, il mio “ modus vivendi “ a quello di Gesu’, potro’ vivere il comandamento dell’Amore, che nient’altro è che il miglior consiglio per una vita piena e felice.

Mi chiedo quindi oggi: “ Sono lontano dal Regno dei cieli? “.

A ciascuno la sua risposta.

Un’annotazione: gli strumenti per misurare la “ vicinanza “ o la “ lontananza “ dal Regno si chiamano “ Ascolto e Amore “.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello