Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 1 Ottobre 2020

220

Andate, io vi mando “.

Il Vangelo di oggi ci indica la missione di ogni cristiano, “ andare “ e portare a tutti un favoloso messaggio: “ E’ vicino a voi il regno di Dio “.

La mancanza di questo annuncio è cio’ che impedisce il diffondersi del Regno.

E’ una forte reprimenda a tutti coloro i quali sono “ formalmente “ vicini alla Chiesa ma che non escono dalle sacrestie e si crogiolano in uno sterile cristianesimo da salotto “.

No, Gesu’ non dice questo a me, a te, ma al contrario mi/ti dice: devi pregare, perché tutto nasce dalla relazione personale con me, ma questa preghiera non deve essere la mia/tua “ isola di rifugio “ ma cio’ che mi/ti dà forza ed entusiasmo per andare in tutti i luoghi della mia/tua quotidianità ad annunciare a tutti che “ il regno di Dio è vicino “.

Se non lo faccio, se non lo fai, sono/sei più responsabile di tutti coloro i quali son lontani dalla fede, i quali potranno addurre, a loro giustificazione, il fatto che nessuno ha mai annunciato loro Cristo.

Io, tu, che ho/hai avuto la Grazia di incontrare Dio, di avere avuto qualche “ operaio “ che mi/ti ha condotto nella vigna, sono/sei, al contrario, responsabile, se non mi/ti faccio/fai portatore del lieto annuncio.

Oggi, allora, meditiamo su come viviamo la nostra fede.

Siamo “ cristiani da salotto “ o “ annunciatori del Regno “?

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello