Fabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 1 Marzo 2021

8

Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso “.

La Misericordia è il tema del Vangelo di oggi.

Che cos’è?

La definizione che mi piace di più, e che ho letto in uno scritto del bravo Paolo Curtaz, è “ l’incontro del cuore di Dio con la nostra miseria “.

Il Signore, cioè, ci ama talmente tanto che non si cura delle nostre “ miserie “, delle nostre bassezze, dei nostri tradimenti, ma è sempre pronto a perdonarci, a riaccoglierci, qualsiasi sia il peccato che  abbiamo commesso.

Se lui quindi è misericordioso, ci invita ad assumere lo stesso atteggiamento nei confronti dei nostri fratelli.

Come si esercita la misericordia verso l’altro?

Non giudicando, non condannando, perdonando e dando “.

Due azioni negative e due azioni positive.

Esse, ci dice il Vangelo odierno, sono il frutto della misericordia.

Se prendo atto che il Padre è stato misericordioso con me: 1) non giudicherò il fratello perché anche io, come lui, sono peccatore ed ho compiuto tanti errori; 2) non condannerò perché non sono stato condannato per i miei sbagli ma guardato con amore, accarezzato ed invitato a convertirmi; 3) perdonerò perché sono stato e continuo ad essere perdonato dal Padre; 4) darò me stesso, il mio tempo, i miei talenti, parte del mio denaro perché il Padre mi ha donato molto di più, in primis la vita.

Sovrabbondiamo quindi d’amore perché il Padre lo ha fatto con noi.

Non fermiamoci invece a misurare, non ci limitiamo ad uno striminzito e calcolato ricambio di cio’ che abbiamo avuto dagli altri.

E quando siamo tentati dal trattenerci, dal ripiegarci su noi stessi, mettiamoci in preghiera e rileggiamoci il meraviglioso versetto con cui si chiude il testo odierno: “ con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi in cambio “.

Non è una minaccia ma la strada per la felicità.

Buona giornata e buona riflessione a tutti.


A cura di Fabrizio Morello