Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 31 Maggio 2020

250

Sullo Spirito Santo si potrebbero dire un sacco di cose. Su tutte, certamente, è che non è un’entità astratta ma è Qualcuno e agisce realmente nelle nostre vite. È l’Amore che lega il Padre al Figlio, entrambi a noi e ciascuno di noi si fratelli. Credo che senza lo Spirito Santo non ci potrebbe essere la Chiesa. Gesù invia i discepoli e nel contempo dona loro lo Spirito Santo, affinché sia loro Suggeritore, loro Consolatore, Luce per i loro passi.

Anche noi facciamo esperienza dello Spirito Santo ogni volta che riceviamo i Sacramenti, perché è ciò che ci fa diventare e sentire figli il giorno del nostro Battesimo, che ci fa sentire realmente perdonati dopo una Confessione, che ci permette di vedere e di sentire il Corpo di Cristo in quel pezzo di pane durante la Consacrazione e la Comunione, che agisce attraverso di noi ogni volta che parliamo il linguaggio universale dell’amore.

Lo Spirito Santo ci permette di portare a compimento la nostra vita e la nostra vocazione, così come la Pentecoste porta a compimento il tempo pasquale. E quando sentiamo che le cose non funzionano, probabilmente è perché non invochiamo questo dono immenso che il Signore ci ha fatto. Sia questa festa l’occasione per iniziare a frequentare di più questa Persona della Santissima Trinità, il Consolatore Perfetto, come leggiamo nella Sequenza che recitiamo a Messa in quest’occasione. Vieni, Santo Spirito, insegnaci a chiamarTi, a conoscerTi per conoscere meglio Dio e noi stessi. Consola chi è sfiduciato, dona la forza a chi è nella prova. Facci essere Chiesa vera e viva.

Buona Festa di Pentecoste a voi!


Fonte

AUTORE: Fabrizio Francesco Campus
FONTE: Sito web
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER