Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 3 Gennaio 2020

312

Indicare chi è Gesù: è a questo che è chiamato ciascun cristiano. I santi non sono state persone impeccabili, ma uomini e donne che hanno speso la propria vita per indicare Gesù al prossimo.

E non possiamo dire:”Io non sarò mai santo”, perché la santità è qualcosa che ci coinvolge dal momento in cui abbiamo scelto di seguire Cristo. Essere santi non significa neanche aver capito tutto di Lui o conoscerLo pienamente, ma tendere costantemente e quotidianamente a Lui, anche e soprattutto quando non capiamo nulla né di Lui né di ciò che stiamo vivendo.

In fondo amare qualcuno è anche questo: accettare il fatto che non conosceremo mai pienamente chi amiamo (solo Dio può questo), ma continuare comunque a camminare insieme a quella persona, amandola con tutte le nostre possibilità umane e lasciando il resto al Signore.

Ciò che ha permesso a Giovanni il Battista di portare a termine il suo ministero, è stato questo fidarsi e questo mettere in gioco tutto ciò che era umanamente nelle sue possibilità, continuando a indicare Gesù.

Fabrizio Francesco CampusCommento a cura di Fabrizio Francesco Campus

Il 5 Aprile 2015 ho ricevuto il Battesimo, diventando a tutti gli effetti cristiano cattolico, ma soprattutto figlio di un Dio che non ha mai smesso di cercarmi. La mia vita non è cambiata, ma è cambiato il mio sguardo su di essa. Non sono migliore, ma ora so di essere infinitamente amato e sono in cammino per imparare ad amarmi e ad amare così.


Ecco l’agnello di Dio.
Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 29-34 In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». Parola del Signore