Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 2 Novembre 2021

79

Quello che ci spaventa della morte non è tanto l’esperienza in sé quanto il non sapere cosa ci aspetti. Non accade forse con ogni nuova esperienza nella nostra vita?

Con la morte questa paura si accentua notevolmente, ma le parole di Gesù riportate da Giovanni ci rassicurano:”E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno”.

No, la morte non è la fine di tutto e né noi né i nostri cari andremo persi, perché Colui che ci ha voluti in questa vita desidera ardentemente averci accanto a Lui nell’eternità.

Questa consapevolezza è la ragione della nostra fede e della nostra vita. Come disse una volta un sacerdote a me caro:”Per noi non c’è più un muro ma c’è Qualcuno”. Un abbraccio a voi, in particolare a chi sta vivendo un lutto nuovo.

Buona giornata!


AUTORE: Fabrizio Francesco CampusSITO WEB TELEGRAM

Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 2 Novembre 2021
Articolo successivoMissio Ragazzi – Commento alle letture di domenica 7 Novembre 2021 per giovani