Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 2 Aprile 2020

189

Quanto mi ritrovo in questi Giudei… Quante volte mi capita di essere così distratto da tutto ciò che non è vita, al punto da non vedere la Parola di salvezza nei miei giorni: Gesù. Tutte le volte che distogliamo lo sguardo da Lui, cessano in noi la speranza, l’energia per affrontare la giornata, la forza per assorbire i colpi della vita.

Ci sentiamo schiacciati. Non crediamo, come questi Giudei, che oltre la morte non solo fisica ma di quel momento, ci sia ancora vita. Restare nella Sua Parola, come ci diceva il Vangelo di ieri, significa fondamentalmente tenere lo sguardo su Gesù, che ci promette questa vita. Io mi dico cristiano, ma spesso dimostro di non essere tale, di non conoscere realmente quel Dio che dico di conoscere.

Meno male che Lui ci ama oltre queste nostre mancanze e non si stanca mai di riprovarci con me. A volte si nasconde ed esce, come nel Vangelo di oggi. Forse affinché torni a cercarLo a mia volta, non lo so. Ma so che il Suo sguardo è sempre su di me, su di te. Ed è questo che salva. Torniamo a cercare il Suo sguardo, soprattutto in questa fase così difficile del nostro cammino.


Fonte