Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 19 Settembre 2021

79

Non ci piace questo Dio che muore sulla Croce, anche se poi risorge e anche se un po’ ci siamo abituati ad averla appesa nelle nostre case e nelle nostre chiese.

Non ci piacciono le contraddizioni dell’essere cristiani, anche se il Figlio stesso è venuto per essere segno di contraddizione. Che senso ha seguirLo se poi si soffre lo stesso, se i nostri sogni non si realizzano secondo i nostri schemi, se poi per noi non c’è un po’ di gloria umana? Eppure quell’aspetto che va oltre la nostra capacità di comprensione può diventare terreno fertile per il seme di una vita nuova.

Ma ci vuole la semplicità e la pazienza di chi sa attendere e fidarsi, come Dio si è fidato dell’uomo e si è consegnato ad esso nella fragilità di un Bambino.

Buona domenica!


AUTORE: Fabrizio Francesco CampusSITO WEB TELEGRAM

Articolo precedentep. Jean-Paul Hernandez – Commento al Vangelo di domenica 19 Settembre 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 19 Settembre 2021 – don Mauro Manzoni