Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 18 Maggio 2020

47

“…e anche voi date testimonianza…”

Il Vangelo di oggi ci interroga subito: quanto (e quando) siamo testimoni di Cristo? La risposta sta in quanto ci lasciamo coinvolgere dall’azione dello Spirito e da quanto restiamo attaccati alla Vite, per usare l’immagine con cui si apre questo capitolo di Giovanni. Essere cristiani comporta anche la responsabilità di essere testimoni dell’Amore che ci ha amati per primo, ma non è certamente solo frutto del nostro impegno.

È innanzitutto un dono che va chiesto. Solo così si può fare esperienza del Padre e non fare come quelli che scacciano il prossimo e lo “uccidono” a parole, credendo di farlo nel nome di Dio. Noi non possediamo la Verità, ma siamo chiamati ad esserne testimoni con l’amore, perché lo Spirito è innanzitutto Amore. 


Fonte

AUTORE: Fabrizio Francesco Campus
FONTE: Sito web
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER

Articolo precedentesanta Faustina Kowalska, vergine, nel Calendario Romano Generale
Articolo successivodon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2020 – Gv 16, 5-11