Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 18 Giugno 2020

112

Sulla bellissima preghiera del Padre Nostro ci sarebbe da fare una riflessione su ogni frase, ma vorrei soffermarmi sulla parte più importante di tutte, che è anche l’inizio della preghiera stessa: “Padre Nostro”.

È a partire dal sentirci figli che nascono la lode, il ringraziamento, la consapevolezza che non mancherà mai il giusto, cioè il pane quotidiano, il desiderio di opporsi a ciò che è male, che ci squalifica, ci abbatte e ci fa camminare a testa bassa, spesso con pesi insopportabili sul cuore. Sentirci figli, soprattutto, ci fa vivere da fratelli e ci fa smettere di essere giudici.

Un “Padre pensaci Tu” vale più di mille formule, se pronunciato con la consapevolezza che Dio è realmente Padre e noi veramente figli. Ricordaci sempre, Signore, che siamo figli e donaci di saper vivere da tali.


Fonte

AUTORE: Fabrizio Francesco Campus
FONTE: Sito web
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

TELEGRAM
INSTAGRAM

TWITTER