Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 12 Novembre 2019

245

Il Vangelo di ieri ci chiamava a perdonare, cioè a gettarci alle spalle i torti subiti. Credo che il Vangelo di oggi chi chiami a fare lo stesso con il bene che compiamo.

Quante volte ci capita di consolare qualcuno attraverso una parola, con un gssto o semplicemente con la nostra presenza? Questo ci riempie di gioia, ma c’è il pericolo che ci riempia anche di noi stessi.

Così come quando facciamo qualcosa di buono per qualcuno e ci aspettiamo che faccia altrettanto o che ne abbia veramente bisogno. Il perdono, così come il bene che operiamo, non è qualcosa di proprietà nostra ma del Signore. Fai il bene?

Non gloriarti ma rendi gloria a Colui che si serve di te per quel bene. Qualcuno verso cui hai fatto del bene è irriconoscente o ti tratta come se fosse un tuo dovere? Non preoccuparti, perché hai già il tuo cento per uno nel Regno dei Cieli.

Il Signore vede il bene che fai, il bello che fai fuoriuscire dal tuo cuore. Sia questo il nostro “utile”: la consapevolezza che ciò che facciamo non sfugge mai al Padre.

Fabrizio Francesco CampusCommento a cura di Fabrizio Francesco Campus

Il 5 Aprile 2015 ho ricevuto il Battesimo, diventando a tutti gli effetti cristiano cattolico, ma soprattutto figlio di un Dio che non ha mai smesso di cercarmi. La mia vita non è cambiata, ma è cambiato il mio sguardo su di essa. Non sono migliore, ma ora so di essere infinitamente amato e sono in cammino per imparare ad amarmi e ad amare così.

Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 17, 7-10

In quel tempo, Gesù disse:
«Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, strìngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.