Fabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 12 Aprile 2020

155

“E quelli gli fissarono trenta monete d’argento.”

Trenta monete d’argento. Ci insegnano che per quel tempo, erano veramente tanti soldi. Questo è il prezzo fissato dai sommi sacerdoti per Gesù.

E tu che prezzo dai a Lui? Quanto vale per te? Questa è la domanda che mi risuona dentro e scelgo di portarla con me per tutta questa giornata. Ma queste trenta monete d’argento non sono l’unico prezzo fissato.

Ce n’è un altro: il sangue di Cristo. Mentre per l’uomo Dio vale una manciata di monete, per Dio l’uomo vale tutto. Io e te valiamo la vita di Gesù, di Dio, che vuole venire da noi, nella nostra vita, affinché sia Pasqua. Il Signore oggi mi fa capire che nella mia vita può esserci ancora spazio per Lui, per la Sua Pasqua.

E credo sia questo il messaggio rivolto a ciascuno di noi. “Sono forse io, Signore? Sono forse io colui che ti tradirà?”. Certo che ti tradirò, anche senza volerlo. Ma dammi la forza di restare, di guardare a quanto valgo per Te. Ricordami chi sono io per Te e chi sei Tu per me. 


Fonte