don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 9 Gennaio 2020

352

“Andò sul monte a pregare”

La preghiera accompagna Gesù dal mattino fino alla conclusione della giornata. A conclusione della moltiplicazione dei pani, Gesù come ultima azione del giorno sale sul monte a pregare. Non è possibile sapere quale sia stata la preghiera di Gesù in quel giorno, ma molto probabilmente nel suo cuore portava la lode al Padre per il miracolo avvenuto, i volti della gente sfamata che stava tornando a casa e un po’ di stanchezza per quanto avvenuto in un giorno così intenso.

Tu cosa porti nella tua preghiera a conclusione della giornata? Quali sono i motivi per cui preghi o i volti delle persone per cui ti rivolgi a Dio? Nella tua preghiera non mancare mai di ringraziare il Signore, soprattutto se compi qualcosa di grande e ammirevole per gli altri; presenta a Dio le necessità e i bisogni delle persone che hai incontrato o di cui sei a conoscenza che necessitino di un aiuto materiale e spirituale; e infine, confida al Signore le tue debolezze e fragilità e il desiderio del bene che hai nel cuore di fare.

In breve

La preghiera di fine giornata è il momento in cui permetti al Signore di abbracciare tutto quello che hai fatto di buono, che hai sbagliato, e che desideri fare. Non perdere questo momento di intimità con il tuo Dio

Commento tratto dal nuovo libretto di don Vincenzo Marinelli intitolato:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale

E un’iniziativa che nasce per tutti coloro che desiderano vivere un contatto giornaliero con la Parola di Dio e trovare il benessere interiore. Quotidianamente offre una riflessione del Vangelo breve ed essenziale, che parli al cuore. Un strumento per tutti coloro che nonostante la frenesia e gli impegni quotidiani non vogliono rinunciare a meditare quanto il Signore comunica attraverso la Sua Parola. Già presente dal 2014 su diversi canali social, adesso è disponibile anche in forma cartacea e digitale in questa raccolta di riflessioni per l’Avvento e il Natale.

Disponibile su:

AMAZON | IBS


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Videro Gesù camminare sul mare.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 6, 45-52 [Dopo che i cinquemila uomini furono saziati], Gesù subito costrinse i suoi discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, a Betsàida, finché non avesse congedato la folla. Quando li ebbe congedati, andò sul monte a pregare. Venuta la sera, la barca era in mezzo al mare ed egli, da solo, a terra. Vedendoli però affaticati nel remare, perché avevano il vento contrario, sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare, e voleva oltrepassarli. Essi, vedendolo camminare sul mare, pensarono: «È un fantasma!», e si misero a gridare, perché tutti lo avevano visto e ne erano rimasti sconvolti. Ma egli subito parlò loro e disse: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». E salì sulla barca con loro e il vento cessò. E dentro di sé erano fortemente meravigliati, perché non avevano compreso il fatto dei pani: il loro cuore era indurito. Parola del Signore