don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2020

64

“Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore”

Gesù è attento ai moti del nostro animo e non desidera che sia turbato. A volte si avverte in modo forte il contrasto tra le nostre intemperanze e il nostro “dover essere”, le responsabilità a cui siamo chiamati. Talvolta può seguire lo scoraggiamento, la tentazione di non farcela, di non essere all’altezza, di sentirsi inadeguati. Gesù ci rassicura dicendoci che dinanzi a Lui c’è posto per tutti, nessuno escluso.

Ci sono molti posti nel suo Regno per cui non bisogna mai sentirsi esclusi dal cammino verso la nostra patria eterna. Per quanto possano essere grandi le tue fragilità o pesanti i tuoi peccati, non sono questi che ti tagliano fuori dal Regno di Dio. È la tua volontà che determina la tua possibilità di entrare nel Regno di Dio. Finchè desideri collaborare con la grazia di Dio puoi continuare a perseguire con fiducia quel posto nel suo Regno. E se Dio ti invita ad osare e a sperare così tanto, non spegnere la speranza che anche gli altri possano correggersi e perseguire grandi mete.

In breve

Il posto che Dio ha in serbo per te nel suo Regno, lo ha riservato sin dalla tua nascita. Dunque finchè sei vivo non perdere mai la speranza di giungere nel Suo Regno, sapendo che Egli ti desidera da sempre al suo fianco.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli


Articolo precedentePiotr Zygulski – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2020
Articolo successivoMons. Costantino Di Bruno – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2020