don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 8 Gennaio 2021

39

“Congedali”

Giunti al termine del giorno i discepoli di Gesù consideravano ormai conclusa la loro giornata. Non restava ormai che congedare la folla, e magari trovare un pò di riposo, ma Gesù ha guardato la situazione da un punto di vista diverso. Ha dato a quella giornata un finale inedito che nessuno si sarebbe aspettato. Quella folla non andava congedata, ma sfamata.

Più che allontanarla, bisognava fermarsi con essa. Il bisogno della folla era andato oltre le aspettative e le possibilità dei discepoli, ma non per questo bisognava arrendersi. Tu ti chiedi fino a che punto fai il possibile? O ti affretti a congedare le situazioni che ti richiedono uno sforzo maggiore? Sapersi fermare anche quando la disponibilità del tuo tempo è finita, quando hai già dedicato le tue risorse ordinarie ad una situazione, è un atto d’amore maggiore che può arrivare fin dove non avresti mai pensato, anche se non vedi gli effetti.

In breve

È l’amore che crea le alternative, che crea soluzioni nuove e inedite, proprio lì dove altri si sarebbero congedati.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto: La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS
e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube