don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2022

67

- Pubblicità -

“Voi siete la luce del mondo”

La luce è tale perché dirada le tenebre. E Gesù precisa che questa luce ha un luogo ben preciso da illuminare che è il mondo. Essere luce nel mondo vuol dire aiutare gli altri a vedere le cose con più chiarezza. A volte infatti quando si è immersi nei propri pensieri e nelle proprie preoccupazioni è difficile vederci chiaro e trovare la forza di superare le difficoltà.

Chi è luce ha proprio il compito di illuminare il buio di chi ha smarrito la capacità di guardare le cose con chiarezza. Spesso nel mondo si cerca di far luce al contrario, illuminando se stessi, i propri talenti, le proprie competenze e oscurando le capacità altrui. Non cercare di illuminare in questo modo che, anziché illuminare porta il buio sugli altri, ma sii luce innanzitutto per gli altri.

Certamente riconosceranno il tuo modo diverso di illuminare e potranno pian piano uscire dal buio ed essere a loro volta luce per gli altri.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentela Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2022
Articolo successivoFabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 7 Giugno 2022