don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 6 Novembre 2019

281

“Se uno viene a me e non mi ama”

Gesù chiede di amarlo più di chiunque, perfino più dei propri cari e della propria vita. Ma non sono tipologie di amore che si contrappongono. Perchè nella misura in cui si ama Gesù si è capaci anche di amare meglio se stessi e gli altri. Quando invece si perde di vista Gesù, e lo si inizia ad amare di meno, allora facilmente si comincia a mettere al primo posto se stessi, il proprio lavoro, i propri gusti, il proprio parere, o si mettono al primo posto gli altri fino ad annullarsi completamente.

L’amore a Gesù è l’amore più importante ed essenziale nella vita perchè, come afferma Francesco di Sales, è per questo amore che si va in cielo ed è dunque quello che va coltivato e custodito più di tutti. Dal modo in cui ami Dio sarai poi capace di esercitare la carità anche meglio verso te stesso e chiunque sia il tuo prossimo

In breve

È per l’amore a Gesù che cammini verso il cielo e riesci ad amare meglio gli altri e te stesso.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Chi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 14, 25-33


In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro:

«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo.
Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.
Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”.
Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace.
Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».

Parola del Signore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.