don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021

30

“Vi ha gettato tutto quello che aveva”

A volte rimaniamo delusi da un risultato raggiunto, non solo perchè ci aspettavamo di più, ma probabilmente perchè quello che ci fa stare più male è il risultato maggiore che hanno conseguito gli altri. Spontaneamente mettiamo a confronto il grande sacrificio che abbiamo sostenuto, il costo delle rinunce, delle privazioni, e ci sembra di non essere stati adeguatamente ricompensati dalla “provvidenza”. Se tutto questo è per noi motivo di abbattimento e di frustrazione, il vangelo invece lo presenta come motivo di appagamento.

Aver dato il massimo pur avendo raggiunti risultati al di sotto degli altri, non vuol dire che siamo da meno o inferiori ad essi. Semplicemente siamo partiti da condizioni diverse, oggettivamente non alla pari per disponibilità economiche, capacità cognitive, o per tempo. Ma il nostro impegno non è stato da meno. Non lasciare che siano i risultati ottenuti all’esterno a determinare la fiducia in te stesso, o a diminuire la tua volontà di continuare a dare il meglio di te.

In breve

Non lasciare che siano i risultati ottenuti a determinare la fiducia in te stesso, ma rimani appagato e sereno per quanto sei riuscito a realizzare, sapendo di aver dato il meglio di te.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021