don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 5 Aprile 2021

93

“Dite così…”

Quando gli uomini non possono sistemare le cose agendo di persona, allora intervengono con le parole, alterando l’interpretazione dei fatti, distorcendo la dinamica degli eventi, o negando la verità. È a questo che ricorrono i capi dei sacerdoti e gli anziani per manipolare la notizia della risurrezione e screditare l’annuncio dei discepoli. Hanno cercato di trasformare l’evento della risurrezione nella più grande fake news della storia. E chi è propenso a negare tutto ciò che ha a che fare con la fede, con i miracoli e con la fede, continua a dar credito alla versione manipolata fornita dalle guardie perchè più verosimile e congeniale già al proprio modo di interpretare i fatti.

Ma la Verità si è fatta strada da sola lungo la storia, sebbene possa apparire assurda o non credibile. A volte mantenersi fedeli alla verità costa, perchè può isolare o escludere da certi vantaggi e agevolazioni. Ma aderire alla menzogna costa ancora di più, perchè costringe al silenzio, priva della libertà, mette a tacere la propria coscienza. La menzogna esonera dalle proprie responsabilità ma divora poco a poco l’anima. Chissà se il denaro ricevuto da quelle guardie ha potuto ripagare il rimorso di quella menzogna.

In breve

La menzogna divora poco a poco l’anima, costringe al silenzio, priva della libertà. Il suo costo è incalcolabile perchè deve modificare ciò che c’è di più sacro: la verità.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 5 Aprile 2021
Articolo successivoGiuliva Di Berardino – Commento al Vangelo di lunedì 5 Aprile 2021