don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 4 Novembre 2021

69

“Per un solo peccatore che si converte”

Gesù è l’unico che può parlarci del Paradiso, della vita nell’eternità. E ci dice che non è una vita statica. Anche in essa si prova la gioia, si vivono delle emozioni, e si segue con attenzione tutto il cammino che compie l’umanità, ogni singolo uomo. Ogni singolo gesto (o pensiero) da noi compiuto può divenire infatti occasione di peccato o di salvezza.

Dunque in cielo non sfugge nulla della nostra vita a Dio e agli spiriti beati che sono al suo cospetto. Ogni volta che compiamo la Sua volontà, essi gioiscono perchè cresce la comunione universale tra tutte le creature dell’universo. La conversione del peccatore infatti non è altro che un continuo cammino che l’uomo compie, azione dopo azione, nel realizzare sempre più perfettamente la volontà di Dio e dunque nel mettersi in comunione con Lui e con tutti coloro che l’osservano.

La volontà di Dio è il vero motore dell’universo, è il suo centro unificatore e, tutti coloro che vivono l’impegno quotidiano di realizzarla, si ritrovano ad essere in comunione con Dio e tra loro.

In breve

Ogni tuo singolo sforzo nel compiere la volontà di Dio, non ti avvicina solo alla salvezza, ma ti mette in comunione con l’universo intero e irradia gioia in tutto il paradiso.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 4 Novembre 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 4 Novembre 2021