don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 31 Dicembre 2020

50

“La luce splende nelle tenebre”

Alla fine del nuovo anno si è indotti da più parti a fare dei bilanci, a riconoscere luci e tenebra di quanto vissuto. Operazione non facile perchè non tutti i bilanci si tirano a fine anno. Alcuni hanno bisogno di qualche mese in più perchè non coincidono con la fine dell’anno, magari il proprio compleanno, con la chiusura dell’anno scolastico o accademico, o nell’approssimarsi di una data simbolica. Tu in che modo fai i tuoi bilanci? Come riconosci luci e tenebre?

A volte non sono così marcate e nelle stesse esperienze si trovano l’una e l’altra. Spesso poi sono proprio gli errori che attivano la parte creativa che è in te e ti aiutano a rinnovarti e a crescere. È questa la luce che splende nelle tenebre. È quel momento che d’un tratto cambia il modo con cui fino a quel punto guardavi le cose e ritrovi la fiducia in te stesso, la speranza e la voglia di andare avanti. È un tocco divino che improvvisamente rifulge in ciò che è umano e lo rianima. Cerca questo nei tuoi bilanci: tutte le volte in cui Dio ti ha visitato nelle tenebre. E avrai la certezza che non sei mai solo.

In breve

Non ridurre il bilancio di fine anno solo a conteggiare delle cifre. Soffermati su tutte le volte che inaspettatamente, fuori dai tuoi calcoli, Dio ha fatto luce nelle tue tenebre. E avrai la certezza che non sei mai solo.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto: La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS
e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube