don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021

67

“Che parola è mai questa?”

Il demonio che possiede l’uomo lo induce a gridare contro Gesù, ad additarlo come qualcuno che fa del male all’uomo. Quando la tentazione sopraggiunge, Dio appare sempre come un nemico e l’uomo è posto in grande confusione tra il bene e il male. Facilmente è portato a confonderli e ad opporsi ai comandamenti di Dio pensando di trovare fuori di essi la libertà, la gioia, la realizzazione personale.

Invece è proprio nell’osservanza della parola di Dio che l’uomo ritrova la sua vera identità, la sua personalità. Se Gesù ha cacciato con la sua Parola il Male, allora ogni volta che diamo alla sua Parola la possibilità di entrare nella nostra vita, essa continua a compiere lo stesso prodigio: ad indicarci la via del bene e a tener lontano il male. Se diamo alla parola di Dio il potere di guidare la nostra vita allora essa ci darà la forza di far tacere la voce del male che ci induce a vedere Dio come un avversario della nostra vita.

In breve

La parola di Dio ha sempre il potere di allontanare da te il male tutte le volte che tu la riconosci come guida per la tua vita e per le tue azioni.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021