don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 30 Luglio 2021

62

“Non fece molti prodigi”

Gesù è sempre molto rispettoso del nostro cammino di fede, fino al punto da fermarsi nel compiere persino i miracoli per via della nostra incredulità. Se nella sua stessa patria Gesù avesse trovato una maggiore volontà di credere in Lui certamente avrebbe potuto agire molto di più a favore di ciascuno degli abitanti della città.

Anche In diverse circostanze della nostra vita Gesù certamente avrebbe potuto fare molto di più attraverso la sua grazia, se ci avesse trovati maggiormente predisposti all’osservanza della sua Parola. Tante volte non è il Signore che si limita nell’agire o ad avere tempi diversi e più lunghi da quelli umani, ma al contrario, sono proprio i tempi umani che frenano i tempi di Dio. Anche se la nostra fede non è sempre (stata) all’altezza della situazione, ciò che il Signore guarda è la nostra volontà di migliorarla di continuare ad affidarci a Lui.

Solo così la sua grazia è in grado di operare a favore degli uomini in tempi e modi che l’uomo non può nemmeno immaginarsi.

In breve

È la misura della tua fede che dà a Dio la possibilità di agire secondo i suoi tempi e i suoi modi, oppure di frenarli e impedirne addirittura la sua azione benefica a favore degli uomini


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 30 Luglio 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 30 Luglio 2021