don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 30 Luglio 2020

140

“buttano via i cattivi”

Ricordi quando da piccolo venivi escluso da un gioco per eri troppo piccolo o avevi perso? O, se non lo ricordi, certamente hai visto come reagiscono i bambini davanti a questo. Ma se questo dovesse capitarti di nuovo? Come ti sentiresti?
Nella parabola Gesù conclude che i pesci cattivi vengono tolti dalla rete e buttati via, vengono esclusi. Essere esclusi dal Regno dei cieli però non è un gioco, è esattamente la meta finale della tua vita. Quante volte pur di partecipare ad un concorso o ricevere uno sconto o una promozione si fa di tutto per avere tutti i requisiti in regola e ottenere il premio. Ma come speri di ricevere il premio della vita eterna se non vivi per meritare i requisiti giusti? Potrai forse sperare di non essere escluso dal Regno dei cieli se non ti preoccupi anche di conoscere e di vivere in modo da poterne prendere parte?

Dio è misericordioso e buono, ma non per questo puoi pensare di essere già annoverato tra quei buoni che non saranno esclusi dal Regno dei cieli. Per farvi parte c’è bisogno della tua bontà (non di quella di Dio) e questa è qualcosa che dipende da te, dal tuo modo di vivere. La misericordia di Dio invece è il modo con cui Lui sa aspettare, sperare e darti infiniti tentativi affinchè tu possa essere degno di entrare nella vita eterna. Ma non può attribuirti la bontà se non ti appartiene, o se non hai lavorato nella tua vita per essere tra quei pesci buoni che non saranno esclusi.

In breve

Non è detto che sarai ritenuto degno di far parte del Regno dei cieli. La misericordia di Dio non può garantirti fino a questo punto. Per non essere escluso c’è bisogno anche che tu sia buono e che la tua vita testimoni ai Suoi occhi il tuo impegno per farne parte.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli