don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 30 Gennaio 2020

292

“La lampada va messa sotto il letto o sul candelabro?”

La domanda posta da Gesù è provocatoria e la risposta sembra banale. Una lampada serve per far luce e non per essere nascosta. Tuttavia il cuore dell’uomo non sempre è così giusto e i ragionamenti, anche più semplici e lineari, anche i più apparentemente inoppugnabili vengono contorti a tal punto da poter affermare l’esatto contrario di quanto ci si aspetterebbe. La menzogna, la frode, i raggiri sono l’evidenza di come l’uomo subisca il fascino di altri interessi a scapito della ricerca della verità.

Tuttavia la verità anche se viene nascosta o dissimulata, non smette di esistere. Anzi in chi non rispetta la sua dignità e la rinnega, piuttosto che scomparire, accresce con forza il peso della sua presenza e genera inquietudine, senso di colpa, tristezza. Molti malesseri interiori non giungono all’uomo dall’esterno, ma dall’aver voluto sfrattare dal proprio cuore la verità.

In breve

Molti malesseri interiori dell’uomo non provengono dall’esterno, ma dall’aver accettato di vivere nel compromesso, nella falsità, o in appaganti e artefatte giustificazioni, pensando così di mettere a tacere la verità.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

La lampada viene per essere messa sul candelabro. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 4, 21-25 In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: “Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!”. Diceva loro: “Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perchè a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha”. Parola del Signore.