don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 30 Aprile 2020

201

“Io sono il pane della vita”

Forse il pane non è più un cibo così essenziale sulle nostre tavole, probabilmente a volte manca e non ci si accorge nemmeno. Tuttavia il pane permane in tutta la sua valenza simbolica come il nutrimento necessario. Ma tu di cosa ti nutri di più oggi? Cosa consideri per te salutare e indispensabile? Forse pane quotidiano sono diventate alcune app per cellulare, determinate informazioni da conoscere, corsi o eventi su cui tenersi aggiornati, link, profili da visitare.. Gesù quanto lo senti “pane” per te? La sua parola come ti dà vita? Come il pane per essere gustato deve essere fresco, allo stesso modo la parola di Dio se non la senti “nuova” difficilmente riesci a gustarla. Devi prima digiunare e mettere da parte altri alimenti per ritrovare il gusto del pane. Se sei sazio del pane che viene dalla terra, difficilmente cercherai il pane del cielo.

In breve

Tante sono le fonti da cui l’uomo trae nutrimento per il corpo e lo spirito, ma solo Gesù è il pane che viene dal cielo. Il suo nutrimento è per la tua vita eterna.

Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli