don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 3 Settembre 2020

68

“Abbiamo faticato tutta la notte”

Dopo una notte passata a pescare e dopo aver lavato le reti all’indomani, il lavoro dei pescatori è ormai concluso. Eppure Gesù sconvolge i ritmi abituali della giornata di un pescatore e chiede di ritornare in mare, di riprendere le reti in mano e ricominciare a pescare. Chissà quanto sarà costato a Pietro quel si, quel fidarsi della richiesta di Gesù.

Quando tutto sembra ormai concluso e ogni tentativo umano già sperimentato, Gesù ritorna a chiedere di riprovarci. A volte è difficile, soprattutto quando non ci sono nuovi elementi, nuove ragioni per riprendere in mano quanto già si riteneva di abbandonare. L’unica alternativa è fidarsi di Dio e prendere nuovamente il largo in attesa di sperimentare il risultato di quanto Gesù promette. Perchè non rimettersi in gioco ancora una volta piuttosto che rassegnarsi ad una pesca infruttuosa?

In breve

Il Signore a volte ti permette di sperimentare fin dove puoi giungere con le tue forze e, con la sua presenza, ti invita ancora a rimetterti in gioco e riprovarci.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli