don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 3 Giugno 2022

92

- Pubblicità -

“un altro ti porterà dove tu non vuoi”

L’evangelista Giovanni commenta che con queste parole Gesù indica a Pietro con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. Oltre alla difficoltà che affrontare la morte rappresenta in sè, aggiunge un elemento di difficoltà:  . Tuttavia ciò avverrà per un fine nobile: dare gloria a Dio anche con la propria morte. 

Umanamente accogliere eventi contrari alla propria volontà, soprattutto se decidono e segnano la propria vita, richiede un grande lavoro su se stessi. Ma non bisogna solo fermarsi a vedere la fatica che richiedono. Vanno sempre collocati in prospettiva del fine per cui sono richiesti, altrimenti la vita stessa diviene complicata e difficile da armonizzare nell’insieme. Senza la fede rischi di tener fuori il senso di tante cose della tua esistenza, di respingerle e rifiutarle, perdendo di vista il nobile fine in vista del quale hai potuto sperimentarle.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 3 Giugno 2022
Articolo successivodon Matteo Selmo – Commento al Vangelo di domenica 5 Giugno 2022 per bambini