don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 3 Gennaio 2020

461

“Sono venuto a battezzare nell’acqua”

Gesù inizia pubblicamente la sua missione ricevendo il battesimo da Giovanni. Quest’ultimo invece ha il compito di “preparare la via” all’annuncio di Gesù. Per questo ha consapevolezza che “non è lui il Cristo”, il suo battesimo è con “acqua” e non con lo “Spirito”. Giovanni Battista è un profeta cosciente dei limiti del suo ruolo e della sua missione. Spesso nella società si cresce con l’idea che si vale solo se si è primi, se si dimostra che si è più degli altri.

La fede di Giovanni testimonia che la stima di chi è più avanti a sè non è negativa per se stessi, anzi accresce lo spirito di partecipazione e la consapevolezza del valore del proprio ruolo. Giovanni si sente parte attiva di un’unico progetto di Salvezza in cui la missione di Cristo non toglie nulla al suo compito di profeta, anzi lo valorizza perchè lo porta a compimento, dà il senso ultimo alle sue parole e ai suoi gesti. Tu sai avere stima nel tuo ambiente di lavoro o anche lì dove sei chiamato a competere con gli altri?

In breve

La stima delle persone con cui sei chiamato a competere ti aiuta a vivere più serenamente con loro e ad esercitare più proficuamente le tue capacità.

Commento tratto dal nuovo libretto di don Vincenzo Marinelli intitolato:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale

E un’iniziativa che nasce per tutti coloro che desiderano vivere un contatto giornaliero con la Parola di Dio e trovare il benessere interiore. Quotidianamente offre una riflessione del Vangelo breve ed essenziale, che parli al cuore. Un strumento per tutti coloro che nonostante la frenesia e gli impegni quotidiani non vogliono rinunciare a meditare quanto il Signore comunica attraverso la Sua Parola. Già presente dal 2014 su diversi canali social, adesso è disponibile anche in forma cartacea e digitale in questa raccolta di riflessioni per l’Avvento e il Natale.

Disponibile su:

AMAZON | IBS


LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI

Ecco l’agnello di Dio.
Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 1, 29-34 In quel tempo, Giovanni, vedendo Gesù venire verso di lui, disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo! Egli è colui del quale ho detto: “Dopo di me viene un uomo che è avanti a me, perché era prima di me”. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare nell’acqua, perché egli fosse manifestato a Israele». Giovanni testimoniò dicendo: «Ho contemplato lo Spirito discendere come una colomba dal cielo e rimanere su di lui. Io non lo conoscevo, ma proprio colui che mi ha inviato a battezzare nell’acqua mi disse: “Colui sul quale vedrai discendere e rimanere lo Spirito, è lui che battezza nello Spirito Santo”. E io ho visto e ho testimoniato che questi è il Figlio di Dio». Parola del Signore