don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 3 Agosto 2021

60

“Si mise a camminare sulle acque”

Rileggere la propria vita con i “se”, cioè pensando a tutte le scelte alternative che si sarebbero potute prendere, a volte non porta da nessuna parte, soprattutto nel momento in cui si vive il fallimento di queste scelte o delle conclusioni ben lontane dalle nostre aspettative. Anche Pietro insieme ai discepoli avrebbero potuto dire “se non avessimo ascoltato Gesù che ci ha costretti a prendere la barca, non ci saremmo trovati in mezzo alla tempesta”.

Quando alcune scelte sono fatte addirittura alla luce della fede e conducono ad esiti negativi o problematici è difficile continuare ad aver fede in Gesù. Anzi la sfiducia arriva quasi al punto della sfrontatezza e della provocazione verso Dio: “comandami di venire da te sulle acque”. Ma Gesù dimostra di esserci sempre vicino, soprattutto quando la vita si fa agitata in conseguenza di scelte fatte per fede. Egli accoglie la nostra sfrontatezza, causata dalla nostra debolezza, la perdona e ci dona la possibilità di fare esperienze di fede ancora più grandi, fino al punto da darci la possibilità di camminare sulle acque. Non importa quanto sia agitata la tua vita anche a causa della fede, se ti mantieni saldo e continui ad affidarti sempre al Signore, non resterai mai deluso.

In breve

A volte le scelte di fede sembrano mettere in crisi la tua stessa vita. Ed è proprio allora che scopri quanto Gesù ti è vicino e con una sola parola possa farti camminare addirittura sulle acque.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedenteArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 3 Agosto 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 3 Agosto 2021