don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 3 Agosto 2020

120

“comandami di venire verso di te sulle acque”
 
Camminare sulle acque certamente deve essere stata per Pietro un’esperienza molto insolita e difficile. Si è trovato a camminare sull’acqua perchè ha voluto “mettere alla prova” Gesù, ha voluto verificare se fosse davvero Lui a camminare sulle acque verso di loro, ma si è ritrovato poi a dover fronteggiare egli stesso le conseguenze della sua richiesta. Pietro forse si è reso conto solo dopo della difficoltà di eseguire quanto egli stesso aveva preteso. A volte non riesci a riconoscere se quello che ti accade è opera del Signore, se è la sua presenza. Pietro davanti a questo interrogativo ha chiesto a Gesù un segno, ha chiesto di renderlo capace di fare qualcosa che certamente non sarebbe stato in grado di fare con le sue forze. L’altra soluzione sarebbe rimanere nel dubbio, ma conservando la tranquillità di chi non si espone e non si mette in gioco. Pietro invece è andato fino in fondo, accettando i rischi della sua richiesta, ma per lo meno acquisendo per se stesso e per tutti gli altri quell’evidenza necessaria per riconoscere Gesù. Gesù non ha paura dei tuoi dubbi, ma tu devi aver il coraggio di intraprendere la via che Lui ti suggerisce per rispondere ai tuoi dubbi.

In breve

Il dubbio fa parte del percorso di fede. Ma se tu non prendi il coraggio di affrontarlo e di metterti in gioco davanti a Gesù per trovare una risposta, quel dubbio poco a poco ti allontanerà da Gesù, dalla fede, dalla Chiesa.


Di don Vincenzo Marinelli anche il libretto:

La buona novella. Riflessioni per l’Avvento e il Natale disponibile su: AMAZON | IBS

Commento a cura di don Vincenzo Marinelli