don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021

47

“Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente”

Chissà il giorno in cui Pietro ha rinnegato Gesù che effetto gli avrà fatto ricordarsi di questo momento in cui Gesù gli aveva affidato la guida della Chiesa. Forse gli avrà provocato lacrime ancor più amare, o forse sarà stato un ricordo pieno di consolazione e di speranza di poter contare sulla fiducia di Dio. A volte prima di giungere ad una profonda radicalità nel seguire il Signore, si oscilla tra alti e bassi, tra momenti di coraggiosa testimonianza e fasi di rinnegamento più o meno pubblico.

Quando ti senti di aver perso quel contatto confidenziale con Dio, non abbatterti e non darti per sconfitto. Non solo ricordati dell’amore che avevi per Dio e che puoi sempre decidere di alimentare nuovamente nel tuo cuore, ma ricordati soprattutto dell’amore che Dio continua ad avere per te, qualunque siano le scelte che tu abbia fatto. Anche se non sei contento di te stesso, lasciati risollevare dalla fiducia che nutre Dio verso di te e che non viene mai meno.

Se ti guardi come Lui ti guarda, potrai riprendere più facilmente il cammino e tornare all’amore di un tempo.

In breve

Per tornare ad amare Dio come un tempo, non guardare ai tuoi errori, ma all’amore e alla fiducia che Dio continua ad avere verso di te.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 29 Giugno 2021