don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2021

66

“Il seme germoglia e cresce”

Gesù aiuta a cogliere le dinamiche proprie del Regno di Dio nella natura, in una realtà che già l’uomo sperimenta e conosce. Questo perchè il Regno di Dio non è così distante dalla vita dell’uomo da non poterlo comprendere, ma allo stesso tempo va anche al di là dell’esperienza umana e per questo se ne può parlare solo attraverso similitudini.

Allo stesso tempo mentre il Regno di Dio ha bisogno che l’uomo agisca per poter crescere e diffondersi, tuttavia non è totalmente dipendente dalla sua azione, anzi ha dei modi e dei tempi che gli sono propri e che sfuggono alle previsioni e ai calcoli dell’uomo. All’uomo pertanto è chiesto solo di spargere il seme del Regno di Dio con l’annuncio e con la testimonianza, ma gli effetti seguono dinamiche all’uomo sconosciute. Entrano nel terreno del cuore umano e pian piano producono prima lo stelo che è il desiderio del bene, poi la spiga della volontà di compierlo, e poi il chicco pieno nella spiga che sono le opere di bene. E quando la vita dell’uomo è piena di opere buone, di frutti degni di questo Regno, giunge il tempo della mietitura e dell’ingresso nell’eternità di Dio.

In breve

Se dai concretezza ai desideri di bene che sorgono nel tuo cuore, ti vedrai ben presto capace di produrre abbondanti frutti di opere buone. E, quando i frutti ti renderanno maturo, sarai idoneo per entrare nel Regno eterno di Dio


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube