don Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022

92

- Pubblicità -

“In verità io vi dico”

Sebbene Gesù non descriva uno scenario facile per i suoi discepoli, ma una prospettiva di tristezza e pianto, tuttavia quello che stupisce e che conforta è il suo modo rassicurante di comunicarlo. Il discepolo pur sapendo di dover affrontare una situazione non facile, prim’ancora della prospettiva della gioia finale che Gesù annuncia, è assicurato dalla conoscenza che Gesù ha dei tempi e dal controllo delle loro dinamiche.

È proprio questo che infonde nel discepolo la fede e la forza di non demoralizzarsi o arrendersi davanti al mondo. Nella situazione di tristezza facilmente i discepoli possono essere conquistati dall’allegria del mondo e rinunciare ad attendere la promessa della gioia che non passa predetta da Gesù. 

A volte quando ti senti solo o triste sei più debole e anche la fede viene messa alla prova. Ma se attendi l’agire di Dio non mancherai di fare l’esperienza rassicurante della sua presenza, superando la difficoltà del momento.


Di don Vincenzo Marinelli anche i libretti de La Buona Novella per Avvento-Natale, Quaresima e Tempo Pasquale disponibili su: AMAZON | IBS e su https://www.cognitoforms.com/LaBuonaNovella1/libri

TelegramInstagram | Facebook | Youtube

Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2022